Up

31/03/2020 ARERA: ulteriori provvedimenti per emergenza Covid-19

Riportiamo per gli Enti e i soggetti esercenti il servizio integrato rifiuti urbani interessati gli ulteriori provvedimenti di ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) in considerazione  delle stringenti misure adottate a livello nazionale per il contrasto e il contenimento del diffondersi del virus, a seguito del perdurare dell’emergenza Covid-19 .

In particolare:

  • con comunicato del 26 marzo 2020, ha differito al 30 aprile la chiusura delle raccolte dati "Qualità del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani" e "Qualità del servizio di gestione tariffe e rapporti con gli utenti", avviate, rispettivamente, con le determinazioni 3/DRIF/2019 del 10 ottobre 2019 (v. circolare associativa n. 239/2019), e determina 4/DRIF/2019 del 18 dicembre 2019 ;
  • con la Determinazione 02/DRIF/2020 del 30 marzo 2020 ha fornito “chiarimenti su aspetti applicativi della disciplina tariffaria del servizio integrato dei rifiuti approvata con la deliberazione 443/2019/r/rif (MTR) e definizione delle modalità operative per la trasmissione dei piani economico finanziari”;
  • con Delibera 102/2020/R/rif del 26 marzo 2020 ha chiesto agli Enti territorialmente competenti ed ai gestori di rifiuti urbani (come definiti al comma 1.1 del MTR) ogni informazione utile per adottare provvedimenti urgenti volti a mitigare gli effetti derivanti dalla situazione emergenziale sull’equilibrio economico e finanziario del servizio di gestione dei rifiuti, anche differenziati, urbani e assimilati, ovvero dei singoli servizi che lo compongono, al fine di garantire continuità nei servizi essenziali.

In relazione alla Delibera 102/2020/R/rif, le informazioni richieste  attengono:

  • agli eventuali oneri aggiuntivi emersi nell’ambito delle attività gestionali, precisandone incidenza e tipologia;
  • alle eventuali attività gestionali maggiormente impattate, fornendo elementi per una corretta valutazione dei possibili effetti in termini di mantenimento o miglioramento dei livelli di qualità, nonché di modifica o invarianza del perimetro gestito;
  • alle possibili criticità connesse alla gestione tariffe e rapporti con gli utenti, indicando elementi utili a valutarne le ricadute in termini di previsioni di riscossione, nonché segnalando eventuali categorie di utenti maggiormente meritevoli di tutela.

A riguardo gli interessati potranno  inviare le informazioni all’Avv. Luca Tosto (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), o direttamente ad ARERA (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..) e per conoscenza anche a FISE (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) al fine di poter permettere a FISE di predisporre un documento associativo riepilogativo.

Considerata la situazione emergenziale, FISE chiede  cortesemente di trasmettere le informazioni entro il prossimo 10 aprile

 
 
Powered by Phoca Download
I cookies ci aiutano a fornire i servizi nel nostro sito. Utilizzando il sito l'utente accetta l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida.